Incontro con la LAV

Venerdì 18 al liceo scientifico Leonardo da Vinci in aula di “fisica grande” si è tenuto l’incontro del gruppo ambiente con due esponenti della LAV.
Vista l’imminente fine del trimestre e i numerosi compiti in classe, interrogazioni e quant’altro, i membri delle Chimere non erano più di una ventina.
Per chi era interessato, ma non è potuto venire, ecco qui sotto un resoconto di ciò che è stato detto.
Le invitate hanno proiettato un filmato, girato in collaborazione con degli studenti universitari, che denuncia la legalità nonché l’assurdità della sperimentazione animale ai fini della ricerca. In una prima parte il filmato mostra a quali esperimenti vengano sottoposti gli animali, in seguito sono stati esposti i metodi di ricerca “alternativi” o, a dir meglio, sostitutivi.
Per motivi tecnici non si è potuto finire di vedere la proiezione quindi sono state integrate a voce le informazioni mancanti: principalmente è stato spiegato perché è controproducente utilizzare animali per la ricerca e sono stati forniti alcuni dati sulla ricerca scientifica in Italia (basti pensare che il 30% di questa si fa usando come cavie topi, gatti, cani, primati, conigli, uccelli, tartarughe…).
Inoltre è stato aggiunto un “dettaglio” non poco prezioso. Considerando il fatto che la ricerca, in Italia come nel resto dell’occidente, è profondamente radicata nella cultura e nella tradizione universitaria, noi italiani, e ancor di più i futuri studenti universitari, abbiamo il dovere di riflettere sull’impronta che lasciamo con le nostre azioni. A questo proposito è importante tener presente la legge 413/93 sull’obiezione di coscienza.
Da parte nostra non ci sono state moltissime domande e quindi l’argomento non è stato approfondito. Ho chiesto per interesse personale se la Lav si tiene in contatto e collabora con altre associazioni animaliste europee e mondiali, la risposta è ovviamente affermativa. Alcune manifestazioni che si sono svolte e che si svolgeranno in Europa si devono alla cooperazione delle varie associazioni.
Con questo spero di essere stato utile e spero di aprire una discussione su un argomento molto delicato ma incombente, che sul piano etico riguarda i diritti degli animali, ma riguarda anche gli esiti della ricerca scientifica ed in particolare della ricerca medico-farmaceutica. E’ in ballo la nostra salute.

Leonardo B. – muschiomo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: